Ambrogio

Oggi è sant’Ambrogio. Che è un personaggio straordinario. Un uomo che aveva progettato la sua vita in un modo e che però viene chiamato a tutt’altro destino. Un destino che non aveva neanche preso in considerazione, ma che accetta svolgendo il nuovo ruolo che gli viene affidato al massimo delle sue possibilità. Che erano evidentemente assai significative. Un piccolo riassunto di una vita grande

santestorie

Io non ci pensavo per niente, a servire Dio. Fin da piccolo sapevo che, come tanti nella mia famiglia prima di me, la mia vita sarebbe stata dedicata a Roma e all’Impero. E l’idea mi piaceva sempre più, a mano a mano che crescevo. Ma poi la mia storia ha preso un’altra piega.

Nacqui ad Augusta Treverorum, dove mio padre era prefetto del Pretorio, e come tutti quelli della Gens Aurelia feci i miei studi nell’Urbe, dove tornai che ero ancora imberbe alla morte del mio genitore. Diventato uomo, fui per cinque anni avvocato in Pannonia a Sirmio, assieme a mio fratello Satiro, e poi Valentiniano mi richiamò in Italia, a Milano, sempre con mio fratello vicino. Era un grosso impegno, l’amministrazione di quelle terre, e io cercavo di svolgerlo, come sempre, al meglio delle mie possibilità.

Quando quattro anni dopo morì Assenzio, vescovo di Milano, il popolo, diviso tra…

View original post 271 altre parole

Mauro, che corse sulle acque senza saperlo

Galleria

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il miracolo a parer mio più bello di Benedetto da Norcia, tra quelli che ricorda Gregorio Magno nel suo racconto della vita del patrono d’Europa, è quello di quando il giovane Placido cade nelle acque del lago che si trova sotto … Continua a leggere

La montagna come libertà assoluta

Galleria

Questa galleria contiene 2 immagini.

Dopo aver scorso, con un crescente senso di noia (e un po’ anche di disgusto), articoli su articoli su candidati, liste e retroscena, oggi su Repubblica ho letto la storia dei due alpinisti (lei francese, lui polacco) bloccati sul Nanga Parbat. … Continua a leggere

E a Roma incontrò Mazzini e Garibaldi

Galleria

Questa galleria contiene 1 immagine.

«Il mare è sempre uno specchio, e quasi troppo placido, dacché non spira vento quasi nulla. Ogni notte è rallegrata dal chiaro lume di luna. Non muovo lo sguardo dalla bella terra d’Italia. Ahi! Patria mia: chi sa se più … Continua a leggere