Odio Roma. Amo Roma

Oggi, trasferta nella capitale per la prima seduta di agopuntura (speriamo che così il tendine torni alla ragione…). La dottoressa G. ha lo studio a via Cola di Rienzo. Arrivo molto prima per altre ragioni, comincio a cercare un parcheggio un po’ prima di mezzogiorno (l’appuntamento è all’una). Vado al parking di Piazza Cavour: completo, dice la scritta in rosso. Comincio a girare lì intorno, peggio che andar di notte: ogni buco in cui è possibile evitare una multa è preso; ogni tanto, qualche decina di metri davanti a me, vedo qualcuno che esce dalle strisce blu, subito rimpiazzato da un’altra macchina assetata di posto. Allora decido di andare al parking sotto il mercato di via Cola di Rienzo, dove ti portano via anche la pelle del sedere, per quanto è caro, ma a mali estremi… Quando arrivo, un signore emerge dall’oscurità stracolma di vetture  e mi guarda tra lo sconsolato e l’ironico. Fa no con gli zigomi e gli occhi, come a dire “me dispiace, t’ha detto pedalino”, e con con la manona fa segno di andare. Tutto pieno anche lì, insomma. Giro un altro po’, poi decido: sono ancora molto in anticipo, andrò al parcheggio del mercato di via Andrea Doria, lì il posto non manca mai, anche se è a più di un chilometro di distanza. E in effetti il posto c’è e parcheggio. Odio Roma.

Mi dirigo a piedi verso Cola di Rienzo. Passo su via Candia e vedo questa insegna. Mi

IMG_9203

fermo, entro. Un bancone bianco pieno di pizza, due signore sorridenti ed efficienti che servono. Tra le varie pizze, alcuni pezzi pieni pieni di mortadella. Vado alla cassa dove c’è un signore con la faccia da antico romano e gli dico: – Un pezzo di pizza e mortadella. Lui mi guarda serafico e fa: – Prima si prende, poi si paga.
Vedo che usano i bigliettini, prendo il mio e aspetto. Un minuto e chiamano il mio numero. In quel minuto cambio idea e chiedo un pezzo di pizza al pomodoro, bella bassa e con un bel po’ di salsa, sembra scrocchiarella. Prendo la pizza e con il biglietto in mano vado alla cassa. L’antico romano mi fa pagare e poi mi fa: – Adesso si sieda di là, poggi il libro e se la mangi con calma, che fretta c’è? Penso un po’ stizzito: – Ma che, m’ha preso per un vecchio? Poi ammetto: – E certo che m’ha preso per un vecchio, io sono un vecchio… Accetto il consiglio, mangio tranquillamente accanto a gente che chiacchiera, vado verso l’uscita a auguro a tutti una buona giornata. Amo Roma.

4 thoughts on “Odio Roma. Amo Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...