Un altare che è off-centro

IMG_5101

Vicino a Lescar c’è Morlaas, con la chiesa di Sainte Foy, per secoli tappa obbligata sul cammino verso Compostela. Ricordo una grande piazza con un baretto un po’ scrauso ma simpatico, e la chiesa, importante e un po’ sovradimensionata per il paese, soprattutto per questo portale imponente e assai restaurato. Mentre giravo su Internet per reperire informazioni, sono stato attratto quasi magneticamente da questa recensione pubblicata tre anni fa su Tripadvisor da tale Edward3005 di Richmond, Virginia, Usa, e tradotta dall’inglese dal traduttore automatico del sito. Al di là delle facili ironie (la frase “il corridoio conduce al centro dell’attenzione crookedly ad un altare che è off-centro” è comunque un must) questi traduttori sono fantastici e assai utili (anche per la ginnastica mentale che a volte ti obbligano a fare…). Ecco quello che dice della chiesa Edward3005.

«Per secoli i pellegrini che percorrevano i Pirenei sulla strada per Santiago de Compostela in Spagna ha smesso di pregare in Morlaas a Eglise Sainte-Foy de Morlaas. Oggi questa piccola chiesa è valsa la vostra visita. Seduti in una città pittoresca, di fronte ai caffè modeste e gli uffici della città, Sainte-Foy è un tesoro vale la pena esplorare. Costruito nel XI secolo apparentemente senza ingegneria altamente specializzata, le pareti e colonne non sono esattamente parallelo e il corridoio conduce al centro dell’attenzione crookedly ad un altare che è off-centro. Ma questo non significa che si tratta di un secondo tasso chiesa. Le molte all’interno e all’esterno sculture, squisitamente dipinti, ornamenti colorati e raffigurazioni bibliche possono tenersi occupati per ore. Essendo in una piccola città, la chiesa è conservato unlighted gran parte del tempo e, purtroppo, questo può notevolmente sottrarre dall’esperienza. Abbiamo visitato come un gruppo informale e aveva un host locale che conosceva il pastore di questa chiesa. Ha acceso le luci e ci ha dato un riassunto in francese, della storia della chiesa.Il Sainte Foy della storia era martire per la sua fede ucciso dall’Imperatore Romano Diocleziano. Questa chiesa fu costruita in suo nome nel 1080, con colonne scolpite e dipinte; colonne, statue e cappelle sono aggiunte altre nei secoli XVI secolo 13th-. L’ingresso principale è stato impostato infiammati dall’e bruciato nel 1569 durante la Riforma ma è stato restaurato nel tardo XIX secolo. Se siete alla ricerca di essa, questa chiesa può essere visto come un testamento il ruolo della religione nella vita di persone normali, come la chiesa leader comunicata alla gente comune, e come rapporto cambiato nel corso del tempo.Il portale o ingresso era altamente simbolica per la chiesa divertirsi in epoca medievale, poiché la persona media era analfabeta. Le sculture in pietra del portale mostra i 24 uomini anziani dell’Apocalisse, la Strage degli Innocenti, la fuga in Egitto, gli apostoli e santi diversi. In un cenno per l’uomo comune, il portale raffigurante uccelli e anatre in tutta la sua arch e alcune delle colonne sono riportate in corso sulle spalle di uomini comuni.All’interno ci sono pitture murali e sculture istruttivi, come ad esempio la creatura vomito i serpenti del peccato, significava per ricordare ai fedeli per mantenere una vita virtuosa, e, su due lati di una colonna, sculture coloratissime di Sainte Foy rifiuta di fare sbagliato e di essere sacrificati per essa. In compenso, ci sono archi e colonne dipinte bellissime; pezzi di legno scolpito; ornati e pareti dorate. Si può studiare e apprezzare storia qui a vostro piacimento».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...