Passito prossimo

Sono ormai due o tre anni che non faccio più il vino. La vigna la seguono Bruno e Franco e ne ricavano un vino che vince anno dopo anno il premio come migliore vino di Montopoli. Nell’accordo che ho preso con loro, mi sono tenuto la disponibilità dei primi due filari, quelli a moscato (uno è quello storico, ormai quarantenne, l’altro è quello che faticosamente cerco di far crescere, ma siamo ancora lontani dall’obiettivo), per provare eventualmente a trarne un po’ di vino, anche se in quantità assai limitata: se ne venissero fuori cinquanta litri sarebbe un evento. Ma almeno per adesso è tutto «in mente dei»: non mi va nemmeno di fare la vendemmia, figuriamoci tutto il resto dell’ambaradam…

E così, anche quest’anno il moscato lo vendemmieranno Bruno e Franco. Che però non si sono ancora fatti vivi. Ma intanto dai tralci occhieggiano dei grappoli ormai ben maturi, dal colore quasi dell’ambra, dal sapore assai buono. Ogni tanto ci faccio un salto e spizzico acini qua e là. I miei preferiti sono quelli ormai scuri, che tendono all’appassimento o sono già appassiti e magari  cominciano già a mostrare le prime grinze. Zucchero puro, uva passa presa direttamente dalla pianta. Una vera delizia. La glicemia forse ne risentirà, ma con una bella passeggiata passa la paura…

IMG_4915

IMG_4916

Lo stesso grappolo, prima e dopo il mio passaggio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...