Tra terra e cielo

Questa Sabina capace sempre di stupirti. Nel male e nel bene. Ieri, una bellissima visita alla tenuta S. Antonio, organizzata dagli Amici del Museo di cui faccio parte. Una partecipazione incredibile e inaspettata. Centoventi persone, per la maggior parte locali, per scoprire (o riscoprire) un gioiello di questa terra. Una grossa tenuta che conserva al suo interno resti e reperti che coprono l’arco di tempo che va dal Neolitico ai giorni nostri. Una villa romana, con un fantastico muro poligonale di terrazzamento e la cisterna a tre navate (due quasi perfettamente conservate) che l’approvvigionava d’acqua. E poco più su il Colle del Castellaccio, con i resti di una fortificazione di cui si parla nei registri farfensi già nell’XI secolo e una torre pentagonale da cui si domina tutto il circondario. E tutto intorno a questo (e ad altro ancora) una natura di una bellezza senza tempo.

Mentre scendevamo dal colle verso il casale, con alle spalle i nuvoloni neri che da Torrita portavano la pioggia, sono rimasto fulminato da questo scorcio sulla destra del sentiero.

img_2640-1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...