La voce umana

La nostra guida nel viaggio in Armenia qualche anno fa, Karen M., era stato un cantante lirico in gioventù (sua moglie, soprano, venne in Italia a cantare nell’inverno successivo al viaggio). Baritono, Karen aveva ancora una bella voce e ce ne diede un esempio indimenticabile in una delle tante chiese che visitammo (non ricordo quale, mi sembra fosse vicino al Lago Sevan, ma non ci scommetterei – Roberta, se mi leggi, puoi aiutarmi?) mettendosi sotto la cupola, in un angolo vicino a una colonna, e intonando un antico canto religioso armeno. L’acustica era perfetta. Io, da bravo turista, lo filmai (la mia “mano”è un po’ meno perfetta). Dura poco più di due minuti, il canto, ma a me fa ancora venire i brividi.

 

 

2 thoughts on “La voce umana

  1. Siamo molto vestiti quindi potrebbe essere il lago di Sevan. A me sembra di ricordare però che fosse l’ultimo luogo, quello verso il confine con l’Iran. pioveva alla partenza da Erevan, prima di entrare in qui ricordo di aver notato che aveva smesso di piovere.
    Di quel momento invece ricordo tutto. Eravamo soli quando Karen, senza dirci nulla, iniziò il suo canto struggente. Grande commozione e occhi lucidi quasi subito…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...