L’uomo robusto

Forse per comuni problemi di faccia “facciosa” (il che produce empatia). O forse solo per la stupefacente vivezza del ritratto – la testa un po’ a pera, la barba appena fatta ma già in ricrescita, la pappagorgia, lo sguardo non del tutto convinto che interroga il pittore: va bene se punto in quella direzione? – questo piccolo quadro (piccolo di dimensioni, s’intende) questo piccolo immenso ritratto di “uomo robusto” (il soggetto potrebbe essere Robert de Masmines, cavaliere borgognone) mi ha conquistato appena l’ho visto sui muri del Thyssen-Bornemiza.

Il pittore è vissuto nella prima metà del Quattrocento, si chiamava Robert Campin, ed era, ovviamente fiammingo (nella sua bottega si formò un altro gigante: Rogier Van der Weyden).

campin 2

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...