La valle di Dio

Il nostro viaggio in Alvernia è nato – come ho già avuto modo di scrivere –, da un libro, di foto e di testi, ma soprattutto di foto, comprato l’anno scorso a Conques sull’arte romanica in questa regione. Una delle cose più romaniche (e più emozionanti) che ho visto durante il giro sono stati l’abbazia e il villaggio di Lavaudieu, che si trovano a una cinquantina di chilometri da Le-Puy-en-Velay e dal castello dove abbiamo soggiornato nella regione.IMG_7481

Nelle due foto, il villaggio di Lavadieu dalle rive della Senouire, e il fiume dall'alto del villaggio

Nelle due foto, il villaggio e l’abbazia di Lavaudieu dalle rive della Senouire (sopra), e il fiume dal giardino del monastero (sotto)

Il villaggio di Lavaudieu nasce attorno all’abbazia benedettina, fondata alla metà del XI secolo dallo stesso Robert de Turlande che qualche decennio prima aveva fondato un’altra famosa abbazia, quella della Chaise-Dieu, che si trova a una trentina di chilometri di distanza, tra le montagne, a oltre mille metri d’altezza. La Chaise-Dieu (che vuol dire “la casa di Dio”) era un monastero maschile, Lavaudieu (che vuol dire invece “la valle di Dio”) nasce invece come convento femminile. Del monastero originale rimangono molti edifici, tra questi il chiostro, splendidamente romanico.IMG_7509Il refettorio, che nel tempo ha cambiato più volte destinazione, custodisce un assai interessante affresco della fine del XII secolo, con forti influenze bizantine e copte.IMG_7513Nello stesso refettorio è ospitato un bellissimo Cristo crocefisso romanico (senza braccia) che proviene da un altro sito della zona (mentre quello di Lavaudieu sta al Louvre)IMG_7522Ancora due foto, sulla chiesa del monastero, dedicata a S. Andrea, piena di affreschi (soprattutto del XIII secolo), in parte scarsamente leggibili ma di indubbio fascino,IMG_7490e con dei capitelli scolpiti, anch’essi romanici, anch’essi assai interessanti, soprattutto quello che rappresenta il Peccato originale, con Adamo ed Eva e il serpente attorcigliato sull’Albero della Vita.IMG_7491Un monastero assai  bello, che sopravvisse alla rivoluzione francese (solo il campanile venne mozzato in quegli anni) e un villaggio intatto proprio perché “fuori dal mondo”. Non so se Lavaudieu è davvero la valle di Dio. La pace, di sicuro, non manca. Uno come me ci vivrebbe da dio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...