Il compianto

Buffa la vita. Uno va in Francia e s’innamora dei tombeau. Quell’uno (che poi ovviamente sarei io) nasce a Bologna e a Bologna torna, non dico spesso, ma insomma neanche così poco. Ma lui, cioè egli, cioè io, a Bologna non fa mai o quasi il turista. Di solito sta poco, ha molti parenti da vedere: per cui la conosce assai male. E della zona tra il Pavaglione e le Due Torri sa sì e no gli splendidi negozi d’alimentari di via Drapperie e di via Clavature. Ma per oltre sessant’anni non sa che su Via Clavature s’apre una chiesa (assai bella). Nella quale c’è il tombeau (che in Italia si chiama Compianto sul Cristo morto) più bello che ci sia, quello di Niccolò dell’Arca, che pure all’università tanti anni fa ha ben studiato.

E un giorno ci capita per caso davanti, a S. Maria della Vita (anzi, c’entra per caso da un portoncino laterale attratto proprio dalla foto del Compianto. E poi perde la parola davanti a questo incredibile studio sul dolore.

IMG_6797

IMG_6813

IMG_6798

3 thoughts on “Il compianto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...