Chi ha sfondato quel ponte?

Finisco la trilogia delle Mappe (a me Lucas e Spielberg mi fanno un baffo in quanto a trilogie…) con il racconto della mia spedizione alla ricerca del Ponte Sfondato.

Questa estate, infatti, ho finalmente affrontato due dei miei “ritardi” sabini. Prima, una settimana fa o giù di lì, l’appettata (by car, naturalmente) fino alla villa romana dei Casoni. Poi, pochi giorni fa, la ricerca dei resti dell’arco naturale che fino a poco più di cinquant’anni fa costituiva il Ponte con il quale la Ternana (strada che esisteva già duemila e più anni fa ma che allora veniva chiamata, assieme a tante altre strade della zona, con il nome di Salaria) attraversava il Farfa poco prima della confluenza di questo con il Tevere.

Ponte_sfondato_inizio_900

Un’immagine del Ponte sfondato all’inizio del 900

È un percorso che ho fatto infinite volte (tutte le volte o quasi che vado a e torno da Roma) e infinite volte sono passato sul viadotto che sorge accanto ai resti del Ponte Sfondato (in realtà, come spiega la bella voce di Wikipedia, il  nome originale del toponimo era “Monte sfondato”). Ma non avevo mai preso la stradina che a un certo punto, quando scendi da Colonnetta verso il viadotto sul Farfa, si apre sulla sinistra e porta giù al fiume (e che solo poco tempo fa ho saputo essere il tragitto della Ternana originale, di quando cioè c’era ancora il Ponte Sfondato).

IMG_4232Così l’altro giorno, rivestiti ancora una volta i panni di Galantini Jones, e prese con me un paio di cesoie (ottimista!, sarebbe servito piuttosto un machete…) ho acchiappato il coraggio a due mani e, ignorando il buio oltre la siepe, mi sono accinto ad andare in avanscoperta. Dopo un timido quanto presto abortito tentativo di (letteralmente) ritagliarmi un sentiero di tra i rovi, ho deciso di salire sul montarozzo dall’altra parte del fiume, dove c’è un rudere di edificio, per verificare se dall’alto si poteva intravedere alcunché. E devo confessare che, nonostante il mio ardire, il risultato è stato di poco superiore al nulla.

IMG_4221 ridottaSporgendomi dall’estremità del montarozzo, infatti, ho potuto verificare che, quando il ponte era crollato, non s’era solo frantumato l’arco naturale, ma s’era anche creata una profonda fenditura nella roccia che sosteneva l’arco, come testimonia – per chi ha un po’ di immaginazione – la foto che ho scattato con soave sprezzo del pericolo e sporgendomi sul vuoto (proprio come Harrison Ford nella caverna dove era custodito il Santo Graal…). A questo punto, instancabile (e un po’ coglione, a dire il vero: il terreno era pessimo e le zanzare accanite…) ho deciso di fare il periplo della rupe (una rupetta, in verità, in quanto ad altezza) per vedere se dall’altra parte s’intravedeva qualcosa di più significativo. Ma niente da fare, il massimo che sono riuscito a strappare alla boscaglia lo potete ammirare qui sotto, dove s’intuisce il Farfa che scorre

IMG_4225 ridotta

tra alcuni spunzoni di roccia che potrebbero benissimo essere i resti dell’arco naturale. O potrebbero anche non esserlo.

Certo, sulle mappe di Gooogle qualcosa s’intravvede.

La Ternana, in alto c'è Colonnetta e in basso Ponte Sfondato. La strada bianca che passa sotto il viadotto è il vecchio tragitto...

La Ternana, in alto c’è Colonnetta e in basso Ponte Sfondato. La strada bianca che passa sotto il viadotto è il vecchio tragitto…

La rupe e, sotto, il Farfa che scorre tra le rocce

Zummando, ecco la rupe più da vicino e, sotto, il Farfa che scorre tra le rocce

ps3

Ancora più da vicino: il fiume e la rupe. La macchia verde che taglia a metà l’immagine è la fenditura che ho cercato di fotografare sporgendomi nel vuoto…

Anche la voce di Wikipedia riporta più di una foto dei resti del ponte. Potevo accontentarmi, non c’è dubbio. Ma vuoi mettere quanto è meglio non vedere di persona, piuttosto che vedere su uno schermo di computer?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...