L’importante è finire

Jeff Daniels

Ho finito ieri la full immersion in The Newsroom, la nuova serie del premio Oscar Aaron Sorkin (per adesso reperibile sulla rete in versione originale con sottotitoli). Ambientate nella redazione di Night News, l’immaginario (molto idealizzato) tg di un’immaginaria tv via cavo, le dieci puntate della serie Hbo (di cui l’anno prossimo verrà realizzata una seconda stagione) sono in pieno stile Sorkin, quello che chi ha amato The West Wing conosce bene. Ritmo serrato, dialoghi scoppiettanti, attenzione all’attualità, storie e sentimenti che s’intrecciano senza sosta.

Jane Fonda

La redazione, fatta di giovani e giovanissimi pieni di entusiasmo (con tanti bravi attori, alcuni mai visti, altri già abbastanza noti), è guidata da un anchorman (un ottimo Jeff Daniels) che, pungolato dalla sua nuova (e vecchia) producer (Emily Mortimer), riscopre l’entusiasmo per il suo lavoro, spinto dalla voglia di dare al pubblico le notizie vere, quelle che troppo spesso vengono trascurate in nome dell’audience. Alle sue spalle ha un direttore di rete (per così dire) che lo pungola in questa direzione, ben interpretato da una vecchia volpe come Sam Waterston. La megaboss galattica della corporation che possiede il tutto è un’incredibile (fisicamente parlando) Jane Fonda, il cui patto con il diavolo a 75 anni non smette di stupire. (A proposito di attori, la Mortimer è abbastanza brava, ma è facile immaginare che se Marisa Tomei, a cui la parte era stata offerta, avesse accettato, beh, sarebbero state scintille davvero…)

Questo piccolo post, in realtà, l’avevo pensato per parlare non tanto della serie in sé quanto dell’ultima puntata, il “finale di stagione”. Quella puntata conclusiva che sta diventando uno dei momenti topici delle serie televisive, quasi un genere nel genere. Una sfida per tutti gli sceneggiatori. Perché bisogna tirare alcuni fili della storia, chiudere delle vicende, ma assieme lasciarne aperte altre, magari introducendo anche il colpo di scena che fa da traino per la stagione successiva. Il finale di stagione scoppiettante, in realtà, non è ugualmente necessario per tutte le serie: per quelle in cui ogni episodio è chiuso in sé, non ce n’è particolare bisogno. Ma per quelle, ormai la maggioranza, in cui c’è un’evoluzione della storia puntata dopo puntata, le cose vanno diversamente. Se devono continuare l’anno dopo, bisogna dare delle risposte e lasciare aperte delle domande.

Aaron Sorkin

Sorkin, che di questa serie è un vero dominus – l’ha creata e l’ha scritta quasi tutta lui (almeno questo dicono i titoli di testa) –, chiude (per adesso) una vicenda di lotte interne alla corporation contro l’anchorman. Ma le due principali vicende sentimentali, che poi sono tra i principali motori interni della storia, restano aperte: X, che evidentemente ama Y, continua a stare con Z; B, dal canto suo, non riesce a perdonare A per il tradimento subìto anni prima. E alla fine un (piccolo) colpo di scena unisce la prima puntata (e il suo fantastico monologo iniziale) all’ultima. Il cerchio in parte si chiude e al pubblico non resta che aspettare l’anno prossimo.

P.S. A proposito di cerchi che in parte si chiudono, devo confessare che nel corso dei cinque anni di programmazione (in realtà mi è successo l’ultimo anno) avevo elaborato un’idea per la fine di serie di Lost che secondo me era perfetta e il cerchio lo chiudeva davvero. Ma J.J. Abrahams e David Lindelof hanno deciso per un’altra storia (che a me, comunque, a differenza di molti che ho sentito in giro, è piaciuta molto). Non c’è una sola fine possibile, insomma, nelle serie. Come nella vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...