Caco al mattino

Giuro: è l’ultima volta che uso questo gioco di parole (non ci sarà un “caco all’ora di pranzo”, o “di pomeriggio”, men che meno “di notte”). Ma non resisto, mi mette di buon umore: come tutti i bambini (magari un po’ cresciuti) il doppio senso sulle parole “cacca culo scoreggia” mi fa sganasciare (o sarebbe più adeguato in questo caso usare il verbo scompisciare?).

IMG_1179

Eccola dunque, al rientro dalla passeggiata mattutina con Chicca, la foto del nostro albero di cachi che quest’anno, dopo la gelata, ha dato pochi frutti, ma enormi e dolcissimi, nella luce dall’est di un mattino limpido di questa estate di San Martino .

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...