Sentieri notturni per cinghiali assetati

Oggi, mentre andavo con Chicca per assolvere alla nostra incombenza mattutina quotidiana, mi sono ricordato di quella volta che la mia passeggiata, quella volta solitaria, venne incrociata da quattro bei cinghialotti in discesa verso l’acqua dei Pantani. E, giunto quasi nei pressi del luogo di quell’incontro, ho deciso di fotografare per i miei venticinque lettori un sentiero, non creato dall’uomo, ma dalla quotidiana discesa notturna di cinghiali questa volta non verso la palude ma verso le chiare fresche dolci acque del Farfa.

Ed eccolo dunque il sentiero, a monte

IMG_9133

e a valle della strada (si vede solo l’imbocco, in corrispondenza dell’altro, poi l’erba alta copre il tutto, ma il sentiero c’è, oh se c’è…) e in fondo alla discesa s’intravvede il Farfa.

IMG_9134

Io da quella volta di cinghiali non ne ho visti più. Ma Fernando mi ha raccontato che sua nipote, andando qualche tempo fa a passeggiare nel bosco lungo il Farfa la sera con i suoi due cani, ha prima udito del movimento dietro le canne, poi Lillo e Leica – i cani – si sono appiattiti silenziosi a terra, e dopo un po’ a qualche metro da lei una vera e propria mandria di cinghialotti (piccoletti, da una trentina di chili) ha attraversato il sentiero verso l’acqua, seguiti da cinque mamme cinghialesse belle grosse: in totale erano quarantadue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...