Quel Don Giovanni multiplo

In questi giorni, avendo rimesso in funzione il giradischi, mi sto riascoltando vecchi amori per troppo tempo trascurati. Tra questi il Don Pasquale diretto da Kertész con l’inarrivabile Graziella Sciutti nel ruolo di Norina. Godimento puro.

Sciutti

Graziella Sciutti

E mi sono ricordato di quella festa, tanti tanti anni fa, a casa del grande soprano, quell’attico che dava sul Tevere, che a un certo punto qualcuno si mise al pianoforte e accennò il duetto tra Don Giovanni e Zerlina.

E se su chi avrebbe cantato la parte di Zerlina non c’era dubbio alcuno, mancava alla festa un possibile (e credibile) Don Giovanni.

Così a cantare l’immortale Là ci darem la mano fummo in tanti, una decina di (più o meno) pischelli volonterosi e diversamente intonati. La brutta figura, insomma, ce la dividemmo, l’emozione però ciascuno se la tenne tutta per sé.

P.S. Qualche tempo dopo andai vicino a Bologna per ascoltare un recital della signora Sciutti. Da qualche parte devo ancora avere il programma di sala autografato.

L’unico autografo che abbia mai chiesto nella mia vita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...