Un moscato comme il faut

C’era una volta un moscato che mi piaceva tanto. Si chiamava Oppidum ed era della Cantina S.Andrea di Terracina. Moscato secco, profumatissimo, piacevolissimo. Ma da qualche anno  non è più lo stesso, almeno le bottiglie che mi è capitato di bere. Così ho smesso di berlo. Ma mi è rimasta la voglia di moscato. Non del tutto soddisfatta da quello di Planeta, buono ma un po’ timido, per la mia idea di moscato.

img_1569L’altro giorno all’Enoteca Feronia, sulla Tiberina all’incrocio di Capena, il proprietario mi ha proposto, tra vari bianchi da assaggiare, il Maccone, moscato pugliese, parlandomene benissimo. E aveva ragione. L’abbiamo bevuto sabato come aperitivo sugli stuzzichini, ed è stato amore a prima vista. Un moscato vero, profumato, al naso e in bocca, la giusta acidità. Un vino immediato ma tutt’altro che banale. Il tutto per meno di 10 euro a bottiglia. Presto farò una scorta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...