Italia-Francia: 1-1. Più o meno…

Scrivo da Seillans, nel Vars. E sono discretamente alticcio. Chiudo qui il mese di maggio, all’inizio del solito viaggetto nel Sud della Francia. Quest’anno andremo nel Perigord. Ne racconterò al ritorno. Ma stasera voglio condividere con i miei cinque lettori  le cene di ieri e di stasera. Una in Italia, a Quiliano, provincia di Savona. L’altra a Seillans, il mio posto del cuore, nella piazza sotto i platani e accanto alla fontana: magia pura, pura Provenza.

IMG_0525

Ma cominciamo da ieri sera, a Quiliano. (Se vi chiedete perché diavolo sia finito in questo posto, la risposta è semplice: qui sono sepolti i Novi-Lena (Adriano e Giuseppe) e io mi sono fermato qui  per rendere loro un piccolo omaggio: dovevano essere decenni che nessuno andava a mettere un fiore e pensare un poco a loro lì, sul posto, dove riposano.

Ma torniamo alla cena. Agriturismo Turco, una sala carina a  volta.

IMG_0462

Un entrée favolosa: peperoni spellati con bagna cauda (incredibili, da applausi).

IMG_0464

Un secondo tipico ligure: il Brandacujun, un pasticcio di stoccafisso e patate. Sontuoso.

IMG_0467

Come dessert una torta di mele e mandorle. Intrigante.

IMG_0469

Il tutto “bagnato” da un vino del posto, anzi, fatto da quelli dell’agriturismo: una Granaccia di Quiliano, rosso davvero sorprendente (tanto che ne ho comprato un po’…)

IMG_0463.

Questo ieri. Stasera, cena a Seillans (il paese più bello del mondo: esagero, ma non tanto) a La Gloire de mon Père, ristorante che sta nella piazza più bella del mondo (anche qui, esagero ma non troppo, vedi la prima foto).

Dunque la cena. Dopo una mise en bouche deliziosa (tonno alle erbe), una Barigoule  di carciofi violetti, una specie di vignerola riveduta e scorretta, con le verdure molto croccanti (fave, piselli, carote, cipolle asparagi, basilico e altro, con un forte odore di timo). Accattivante.

IMG_0528

Poi un tonno a metà cottura, con verdure saltate nel wok. Indescrivibilmente buono.

IMG_0531

E per chiudere un millefoglie alle fragole. Molto gustoso.

IMG_0532

Ultima notazione. I vini e i conti. A Quiliano la suddetta Granaccia. Una scoperta. Il prezzo del tutto: più che onesto, 40 euro. A Seillans, dei vini locali al bicchiere: niente di che, a parte il vino moelleux sul dolce. Il conto, poco meno di 80 euro.

Italia Francia 1-1?  Giudicate voi…

P.S. Ma se non siete mai stati a Seillans, che aspettate ad andare all’Hotel des deux Rocs?

2 thoughts on “Italia-Francia: 1-1. Più o meno…

    • No, è il ristorante nell’altra piazza, quella un po’ più in basso. Quella che quando ci mangi ti sembra di stare in un film di quelli un po’ patinati ma tanto tanto divertenti…
      Anche ai 2 Rocs si mangia bene e, quando si mangia nella piazza deve essere molto molto bello. Ma non mi è ancora capitato di mangiare all’aperto lì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...