A perdita d’occhio

IMG_0388 (1)

Quattro maggio, dalla cima del monte Pizzuto: la valle del Tevere, il Soratte a sinistra, i monti della Tolfa più dietro, il monte Cosce a destra e, dietro di esso, i monti Cimini. E sopra quel cielo del Lazio, così bello quando è bello (cioè assai spesso…).

Se poi si va, seguendo la cresta, un centinaio di metri verso nord, oltre a fare strani incontri, c’è tutta la valle di Terni e in lontananza, oltre a Terni, Acquasparta, Sangemini eccetera eccetera.

Roba che gli occhi a un certo punto dicono basta, ‘gna famo più…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...