Correre verso la bara a Torpignattara

Non dovrei essere io parlare, proprio no. Quando andavo a “correre” (se continuate a leggere capirete il perché delle virgolette)  a Villa Pamphili con Sergio (si parla di circa vent’anni fa) e cominciavamo, chiacchierando del più e del meno, a fare il giro del campetto, andavamo così piano che una volta ci sorpassò persino una signora che passeggiava spingendo la carrozzina.

IMG_9657

Runner a Torpignattara

Ma lo spettacolo che stamattina ci si è fatto di fronte, nel vero senso della parola, dopo una interessante visita alla Catacomba dei Santi Marcellino e Pietro (un posto con degli affreschi del quarto secolo davvero pregevolissimi) e al Mausoleo di S. Elena, è stato davvero irresistibile.
Lungo quello che poi ho capito essere una specie di percorso ad anello, nel parco adiacente la zona archeologica, che la maggior parte dei runner percorreva in senso inverso al nostro, ci sfilavano accanto i personaggi più incredibili.
Avete presenti quei film Usa in cui la gente corre nei parchi o sui sentieri in riva ai fiumi? Quelli in cui sono tutti atletici e scattanti come se avessero appena iniziato a correre? Beh, stamattina non era esattamente così. Al di là della velocità media (che non doveva essere superiore a quella di Sergio e mia vent’anni fa) ad essere notevoli erano gli stili di corsa e soprattutto le espressioni facciali.
Da quelli/e che non alzavano più di cinque millimetri i piedi a quelli/e con visi congestionati oltre ogni dire, da quelli/e con le cuffiette e gli occhi persi nel nulla a quelli/e che capivi che sarebbero durati/e ancora dieci metri e poi avrebbero alzato bandiera bianca. Poi c’erano anche quelli che correvano sul serio, è ovvio, ma quelli non fanno storia…

Il massimo è stato quando ci si è parato contro un signore, con tanto di tuta e cappelletto di lana, che univa lo sguardo perso e il piede strascinato a un pallore quasi cadaverico (tendente al verde, insomma). Sarà stata la presenza del mausoleo o l’essere usciti da poco da un cimitero (seppure in disuso da mille e più anni) ma il commento che mi è venuto spontaneo è stato: “Quello sta correndo verso la bara. E quando ci arriva, ci si tuffa dentro e dice: adesso voglio solo riposare…”.

IMG_9659

2 thoughts on “Correre verso la bara a Torpignattara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...