Un piccolo Bordeaux dall’età più che rispettabile

Ieri, con un bello spezzatino marinato tutta la notte nel vino e negli odori, ho aperto una vecchia bottiglia che stava da anni e anni in cantina. Uno Chateau Haut Marbuzet del 2000. Un Saint Estephe un po’ anomalo, dice Wikipedia – meno austero degli altri vini della zona. Non so dire se sia davvero così o no; dall’ultimo St. Estephe è passato qualche anno: e per di più era un meraviglioso Cos d’Estournel del 1990 che avevo atteso per anni e anni, fino a scoprire, quando l’ho aperto – e nonostante avesse ben più di tredici anni sembrava ancora un giovincello – che purtroppo sapeva anche inesorabilmente di tappo…

IMG_4872Certo, Haut Marbuzet al naso era ancora fantastico dopo tredici anni, ricco, profondo pieno di promesse. In bocca un po’ meno. Io che sono un inguaribile ottimista stavo già riflettendo sul sapore di frutti rossi e ciliegie quando Daniela mi ha detto: “un annetto di troppo, eh”. E mi sa che aveva ragione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...