Un sedicenne di 67 anni

Non so se è qualcosa di cui essere fiero. Ma più passa il tempo più mi rendo conto che Peter Pan a me mi fa un baffo. Come ho cercato di sintetizzare nel titolo, anche se i settanta sono più vicini dei sessanta, anche se lo specchio non mi mente la mattina quando lo/mi guardo, anche se la schiena lancia spesso i suoi “memento”, quando vedo un mio coetaneo per strada (e spesso anche quando vedo qualcuno palesemente più giovane di me) la mia reazione è sempre quella di pensare, “anvedi che vecchio…”. Niente da fare, mi sa che morirò pischello anche se la signora con la falce dovesse arrivare intorno ai miei 90 anni.

E se servisse una prova tangibile di questa mia “pischellitudine”, eccola. La foto della mia stanza. La stanza di un sedicenne. Magari di un sedicenne che aveva 16 anni alla fine degli anni Sessanta…

P.S. Non a caso questo post è stato scritto mentre sul lettore di cd suonava Selling England by the pound.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...