La strategia dello scoiattolo

Quand’ero piccolo e andavo a letto, spesso avevo paura che qualcuno o qualcosa (l’Uomo nero o chissà quale altra entità) venisse a prendermi. E allora moimettevo sotto le coperte fino al mento e stavo lì immobile, finché il sonno non mi rapiva. Pensavo che così coperto e, soprattutto, così fermo, chi fosse venuto non mi avrebbe visto e dunque non mi avrebbe preso.

Strategia animale pura, insomma. Molti animali, specie se piccoli, si immobilizzano in caso di pericolo o di presenze ignote. Come lo scoiattolo che l’altro giorno mi ha attraversato la strada mentre passeggiavo vicino al canale e, quando si è reso conto di della mia presenza, si è arrampicato velocemente su un alberello accanto alla strada, restando lì, fermo, immobile, appiattito, in attesa che io andassi via.

IMG_0536

Nella foto solo la coda (e un po’ anche il muso) lo tradisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...