Rosissima, quell’alba

Se ieri faceva freddino, oggi faceva freddo, anzi: F-R-E-D-D-I-S-S-I-M-O. Dopo un’alba rosa, anzi: R-O-S-I-S-S-I-M-A (ma si potrà dire “rosissima”?) e un po’ nebbiosa,

IMG_0196la nebbia s’è alzata e gli eroici passeggiatori si sono avviati lungo i soliti (fino a un certo punto) sentieri.

Oggi però al ponte, dopo un breve filmato dell’acqua che scorre,

abbiamo preso la strada che passa tra il Fosso Riana, il torrente che scorre accanto all’Abbazia di Farfa, il Farfarus di antica memoria, e i laghetti della pesca sportiva. Totale, anche oggi quattro chilometri e qualcosa. Di buon passo. Ma adesso, sei ore dopo, mi sento un po’ provato…

3 pensieri su “Rosissima, quell’alba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...