D come decapitati

La notizia e la foto di ieri della statua di Lenin abbattuta e decapitata a Kiev mi ha riportato alla mente una foto scattata in Armenia qualche anno fa. Da una finestra del museo della Storia armena, nel centro di Erevan, guardando giù nel cortile, tra le macchine risaltava la statua acefala di Vladimir Il’ic, anch’essa decapitata a lasciata lì, un po’ nascosta, a coprire parzialmente una vasca.

IMG_0081Devo dire che non mi ha stupito il gesto di Kiev, quanto che ci fossero ancora statue di Lenin da abbattere…

PS   Che poi, ci raccontava la nostra guida Karel, in Armenia, dopo aver abbattuto il regime e le sue effigi, vent’anni dopo, con una situazione economica al limite della sussistenza, era assai diffusa nel popolo armeno una profonda nostalgia per lo stesso. Non c’è nulla da fare: buttare giù è il meno (anche se a volte ci vogliono più di quarant’anni). La cosa più difficile è costruire.

4 pensieri su “D come decapitati

  1. Lenin…. nella vasca….con le pinne ai piedi, ahahah.
    Scusami Enri, il soggetto del post è molto serio e la foto molto bella, ma la prima cosa che mi è venuta in mente sono state le pinne !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...