Un carciofo tira l’altro

fratelli carilli roma 3

Due dei tre fratelli Carilli

C’era una volta una vecchia drogheria nella Roma vecchia che frequentavo con piacere. Si trovava a via di Torre Argentina e i titolari erano i Fratelli Carilli, tre signori con i capelli bianchi, diversi ma assai simili (uno assomigliava tantissimo al presidente Scalfaro). Erano cortesi e competenti, e avevano ottimi prodotti (la mamma di un amico d’infanzia diceva che avevano la carne di maiale migliore di Roma; non ho la preparazione per confermarlo, ma so che la signora Ceccarelli se ne intendeva). Da loro compravo una passata di pomodoro, di cui non ricordo il nome, assolutamente perfetta già da sola per condire la pasta, e dei sott’oli da sballo: carciofi, melanzane, funghi, lampascioni, tutti grigliati, di una casa pugliese che credo si chiamasse Alisa. Non li compravo tanto spesso perché, una volta aperti, duravano pochissimo, soprattutto le melanzane ma ancor più soprattutto (non so se si può dire, ma lo dico lo stesso) i carciofi…

L’altro giorno mio fratello mi ha portato (il pusher è il solito Fabio che ancora non sono andato a conoscere: sono proprio una merdaccia…) dei carciofi grigliati che mi hanno ricordato quei tempi e quei prodotti. Assieme c’era anche un vasetto di peperoncini piccanti ripieni di tonno che pure a quelli gli mancava solo la parola…

IMG_3629IMG_3631I carciofi (ma anche i peperoncini) sono peggio delle ciliegie, uno tira l’altro, con del buon pane sono fantastici. Con una bella fetta di formaggio di pecora, poi, sono praticamente una cena. La ditta che li produce si chiama La Cerignola di una volta, di Iaculli Domenico. Che Dio li benedica e – è proprio il caso di dirlo – li conservi a lungo.

2 thoughts on “Un carciofo tira l’altro

  1. Condivido pienamente con te x quanto riguarda i carciofini Alisa, meravigliosi buonissimi e gustosissimi da veri intenditori del buon mangiare, sappi che da due mesi sto cercando il titolare di Alisa, ma sembra che abbia fallito, se non altro x sapere come li condiva, così delicati, ore proverò la Cerignola di una volta sperando che siano simili. Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...