Fratelli di rock

Ieri pomeriggio ho messo sul lettore di cd il quarto album dei Led Zeppelin a un volume francamente eccessivo (una delle cose belle del mio studio è che il suono muore là dentro: posso sentire qualcosa a volume altissimo ma nessun altro a parte me lo sente).

5860758Già con Black Dog e Rock and Roll, i primi due pezzi, è stato un momento potente: mi sono scoperto a zompare qui e là come fossi Jimmy Page o Robert Plant sul palco di uno stadio. Ma quando poi è arrivata Stairway to heaven, è stata davvero un’apoteosi. Ovviamente mi riferisco a quando il pezzo lascia lo status di ballata folk-elisabettiana per diventare una delle cose più coinvolgenti/sconvolgenti mai apparse sul pianeta rock. E lì ho dato il meglio di me stesso, pogando come se avessi ancora una gran chioma…

Più tardi ho chiamato Sergio, cui avevo pensato mentre mi lasciavo trascinare dal demone, e mi ha detto che praticamente nello stesso momento anche lui, nel suo studio sotterraneo , aveva avuto un’esperienza analoga con il video di For those about to rock, we salute you degli AC/DC, nel concerto davanti a 200.000 persone al River Plate.

Sessant’anni (e passa) e non sentirli (troppo). Fratelli di Rock. Telepatia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...